Erika Grimaldi

About

Erika Grimaldi Soprano di opera lirica - Biografia e carriera

Formazione

Il soprano Erika Grimaldi, nata ad Asti, è considerata tra le nuove più affermate realtà del teatro d'opera a livello internazionale.
Sviluppa la sua passione per la musica fin da bambina, prima imparando a suonare il pianoforte all'età di 5 anni, e dopo avvicinandosi al canto a 16 anni. Ottiene il diploma in entrambe le discipline presso il Conservatorio "Giuseppe Verdi" di Torino nel 2001 (Canto) e nel 2003 (Pianoforte).

Il canto: l'amore di Erika Grimaldi

Erika si avvicina al canto all'età di 16 anni, perfeziona lo studio con il soprano Gabriella Ravazzi e segue vari corsi di perfezionamento con Renato Bruson, Claudio Desderi, Ernesto Palacio e Bernadette Manca di Nissa. Tra Erika e questa disciplina artistica scoppia l'amore. Una passione che, al pari di quella per il pianoforte, accompagnano l'adolescenza di Erika.

La voce di Erika Grimaldi

Erika Grimaldi ha una voce da soprano lirico puro, con timbro limpido e cristallino, e con colore caldo.

Sentila su Youtube

Carriera

1998

La prima da solista

Le doti canore le permettono di debuttare come solista a soli 18 anni, nel 1998, nel ruolo di Serpina in "La serva padrona" di G. B. Pergolesi e, nello stesso anno, partecipa al Concorso Internazionale di Crescentino (VC), vincendo il 2° premio assoluto (1° non assegnato).

1999 - 2005

I primi debutti

Negli anni successivi ricopre vari ruoli e ottiene risultati in numerosi rinomati concorsi...

Tra i ruoli interpretati in questo periodo spiccano, nel 2000, Susanna in "Le nozze di Figaro" di W. A .Mozart, Nannetta nel "Falstaff" di G. Verdi al Teatro Mancinelli di Orvieto, diretta da Marco Guidarini e con la regia di Beppe de Tomasi, e Zerlina nel "Don Giovanni" di W. A. Mozart.

Nel 2002 partecipa all' International Opera Festival di Zurigo.

Nel 2003 debutta nel ruolo di Lauretta nel "Gianni Schicchi" di G. Puccini, con la direzione di Aldo Sisillo, ed interpreta nuovamente Serpina ne "La serva Padrona".

Nel 2004 interpreta il ruolo di Livietta nella "Livietta e Tracollo" di Pergolesi per il festival estivo umbro a Civita di Bagnoregio, e di Sofia ne "Il signor Bruschino" di G. Rossini.

Nel 2005 vince il Concorso Lirico Internazionale di Orvieto e ottiene la parte di Carolina ne "Il matrimonio segreto" con la regia di Paolo Miccichè, e veste i panni di Madame Silberklang nel "Der Schauspieldirektor" di W. A. Mozart.

2006 - 2010

I palcoscenici internazionali

La crescita di Erika Grimaldi è costante e il suo nome diventa sempre più conosciuto...

Nel 2006, dopo il risultato al Concorso Aslico, debutta nel "Don Giovanni" al Teatro sociale di Como, al Teatro Donizetti di Bergamo, al Teatro Grande di Brescia, al Teatro dell'Arte, presso il palazzo della Triennale di Milano, al Teatro Comunale di Bologna, al Teatro dell' Aquila di Fermo, al Teatro Ponchielli di Cremona.

Nel 2007 è protagonista in concerti tenuti all' Opera Nice, diretti da Marco Guidarini, replicati nel 2008, e vince il Concorso internazionale "Giacomo Lauri Volpi" di Latina.

Nel 2008 si afferma al Concorso "Comunità Europea" del Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto, e si distingue nell'interpretazione di Mimì ne "La Bohème" di Giacomo Puccini al Teatro Regio di Torino. Nella stessa stagione partecipa alle produzioni di "Medea" di L.Cherubini al Teatro Regio di Torino (regia Hugo de Ana) e al Massimo Bellini di Catania (entrambe all'inaugurazione), sempre diretta da Evelino Pidò, e de "La Dama di picche" di P.I.Tchaikovsky, ancora al Regio di Torino, diretta da Gianandrea Noseda e con la regia di Denis Krief.

Nel 2009 debutta nei ruoli di Adina ne "L'elisir d'amore" al Teatro Filarmonico di Verona, di Pamina ne "Il flauto magico" di W.A. Mozart al Teatro Massimo di Palermo e di Donna Anna in "Don Giovanni" al Festival di Avenches, per la regia di Giancarlo Del Monaco. Si esibisce inoltre nei tre concerti del tour internazionale "Arena di Verona" a New York, Abu Dhabi e San Paolo del Brasile, sotto il patrocinio del Ministero degli Esteri, e riproposti nel 2010 a Monaco di Baviera e a Colonia.

Nel 2010 canta di nuovo Adina ne "L'elisir d'amore" al teatro Alfieri di Asti, al Teatro Comunale di Alessandria e al Teatro Civico di Vercelli nell' ambito dell' attività in regione svolta dal Teatro Regio di Torino, ed è ancora Mimì ne "La Bohème" al Teatro Regio di Torino con la stessa regia della Bohème del centenario firmata da G. Patroni Griffi. Sempre Mimì nella tournée del Teatro Regio a Shanghai diretta da Gianandrea Noseda, in occasione dell'Expo 2010, al Teatro Petruzzelli di Bari ed all'Opera Hong Kong, diretta da Bruno Aprea.
Sempre nel 2010 si esibisce al teatro Filarmonico di Verona nella "Petite Messe Solenelle" di G.Rossini.

2011 - 2015

La costante escalation

Gli appuntamenti si susseguono e la stagione lirica di Erika Grimaldi è sempre più ricca di appuntamenti...

Nel 2011 viene invitata come soprano solista in "Opera on Ice" presso l' Arena di Verona, evento con diffusione televisiva e cinematografica internazionale. Debutto fondamentale è stato quello nella parte di Anaï in "Moïse et Pharaon" di G. Rossini - opera inaugurale della stagione 2010-2011 del Teatro dell'Opera di Roma, per la regia di Pier Alli e la direzione di Riccardo Muti. Da quest'ultimo è stata diretta anche in "Nabucco" di G. Verdi, sempre all'Opera di Roma, per la celebrazione del 150° anno dall'Unità d'Italia. Da segnalare nello stesso anno il debutto nel ruolo di Micaela nella "Carmen" di Bizet al Teatro Lirico di Cagliari.

Nel 2012 ricopre i ruoli di Fiordiligi in "Così fan tutte" al Teatro Regio di Torino, per la regia di Ettore Scola e della Contessa d'Almaviva ne "Le Nozze di Figaro", di W. A. Mozart, all' Opera National di Montpellier. Interpreta ancora Micaela nella "Carmen" rappresentata al Teatro Regio di Torino con la regia di Calixto Bieito e la direzione di Yutaka Sado. Ha preso parte nello stesso anno alla prima esecuzione moderna del Poema campestre "Il sabato del villaggio" di F. Busoni, diretta da Donato Renzetti al Teatro Verdi di Trieste.

Nel 2013 è Mimì ne "La Bohème" all' Opera National de Montpellier e al Teatro Regio di Torino, dove è diretta da Renato Palumbo. Sempre a Torino è Elisetta ne "Il matrimonio segreto" di Cimarosa con la regia di Michael Hampe. Nello stesso anno si segnala il suo debutto in Amelia nel "Simon Boccanegra" di G.Verdi, diretta da G.Noseda e con la regia di Sylvano Bussotti.

Nel 2014 ritorna al Teatro dell'Opera di Roma come Micaela nella "Carmen" di G. Bizet si esibisce per la prima volta in Spagna nel concerto inaugurale del Festival di Peralada a Gerona. Debutta nei ruoli di Liù nella "Turandot" di G. Puccini, diretta da P. Steinberg e con la regia di G.Montaldo, di Matilde nel "Guglielmo Tell" di G. Rossini al Teatro Regio di Torino, e nello "Stabat Mater" di G. Rossini, eseguito anche al Teatro degli Champs Elisèes di Parigi.
A ottobre inaugura la stagione musicale del Teatro Regio di Torino, cantando il "Requiem" di G. Verdi, e quella operistica, interpretando Desdemona nell' "Otello" di G. Verdi, entrambi diretti da Gianandrea Noseda.

Un ricco 2015 per Erika Grimaldi: tra i ruoli di spicco si segnalano lo "Stabat Mater" di Rossini all'Accademia Nazionale Santa Cecilia a Roma diretta da Nicola Luisotti, la Contessa ne "Le nozze di Figaro" di W. A. Mozart al Teatro Regio di Torino, Donna Anna all'Opera de Bellas Artes di Città del Messico, Mimì ne "La Bohème" al Teatro San Carlo di Napoli, Fiorilla ne "Il Turco in Italia" di G. Rossini e lo "Stabat Mater" di G. Rossini al Palau de les Arts a Valencia.

2016

Debutto alla Scala

La carriera di Erika Grimaldi viene impreziosita dal debutto nel tempio della lirica a Alla Scala di Milano il 2 gennaio 2016 e da un anno ricchissimo di avvenimenti e riconoscimenti...

Il ruolo di Giovanna nel "Giovanna d'Arco" di G. Verdi, al Teatro Alla Scala di Milano, riscuote un grande successo da pubblico e critica e ne esalta le note canore delicate e di classe di cui il soprano è capace.

Nel corso del 2016 il soprano ha interpretato Mimì ne "La Bohème" di G. Puccini al Teatro Campoamor di Oviedo (Spagna), al Savonlinna Opera Festival (Finlandia), al Teatro Regio di Torino (Italia). A Savonlinna ed a Torino è stata diretta dal Maestro Gianandrea Noseda. Molto apprezzata anche nella sua interpretazione del "Requiem" di G. Verdi proposta con favore di pubblico e critica alla Philarmonie di Parigi (Francia), al Cultural Centre di Hong Kong per la tournée del Teatro Regio di Torino con il Maestro G. Noseda, al Chorégies d'Orange (Francia), al Palau de la Musica di Barcellona (Spagna), e, per il Tour London Symphony, a Londra (Inghilterra) e New York (Stati Uniti). In questo 2016 Erika Grimaldi ha anche interpretato Maria ne il "Simon Boccanegra" di G. Verdi a Hong Kong con il Maestro Roberto Abbado, Armilla ne "La donna serpente" di A. Casella al Regio di Torino con il Maestro G. Noseda, Micaela nella "Carmen" di G. Bizet al War Memorial Opera House di San Francisco (Stati Uniti), Alice Ford nel "Falstaff" di G. Verdi a Verbier (Svizzera), e la cuoca ne "Le Rossignol" di I. Stravinskyij al Festival di Stresa con il Maestro G. Noseda.

2017-2018

Una serie di grandi successi

Il 2017 è iniziato con il successo ottenuto nel ruolo di Nedda (Colombina) nel dramma "Pagliacci" di Ruggero Leoncavallo al Teatro Regio di Torino, diretta da Nicola Luisotti per la regia di Gabriele Lavia, in un nuovo allestimento scenico. Erika Grimaldi è stata apprezzata per la sua voce e per la sua interpretazione scenica, esaltata dai consigli del regista Gabriele Lavia.

Al Bayerische Staatsoper di Monaco di Baviera (Germania) ha interpretato Mathilde nel Guillaume Tell di G. Rossini, prima di partire per San Francisco (Stati Uniti) dove ha bissato il grande successo del 2016 nel ruolo di Mimì ne "La Bohéme" di Giacomo Puccini, interpretata in molte recite al War Memorial Opera House tra giugno e luglio.

A Ferragosto ha ricoperto il ruolo di soprano nella IX Sinfonia di Beethoven, diretta dall'esperto e stimato Maestro Daniel Oren. A fine agosto nuovo successo come Mimì ne La Boheme al Festival di Edimburgo, in cui si è esibita anche cantando il Requiem di Verdi. La stagione 2017 si conclude con gli impegni come Alice nel Falstaff di G.Verdi al Teatro Regio di Torino, ed in qualità di soprano nello Stabat Mater di Rossini all'Opera House di Toulouse. Il 2018 inizia nel ruolo di Liù ne La Turandot di G.Puccini, come Nedda ne I Pagliacci di Leoncavallo e in qualità di soprano nello Stabat Mater di Rossini a Tel Aviv.

Tra gli impegni futuri si segnalano i ruoli di Donna Anna nel Don Giovanni di Mozart a Torino, Contessa ne Le nozze di Figaro e Fiordiligi nel Cosí fan tutte al teatro Bolshoi di Mosca, Mimí ne La Bohème a Parigi, Requiem di Verdi a Lisbona, Stabat Mater di Rossini a Washington e Desdemona nell' Otello a Tel Aviv.

PRESS KIT

Scarica il press-kit aggiornato per giornalisti e teatri

Richiedilo subito!